Blog: http://mistaisulblog.ilcannocchiale.it

Signori vi presento... Il movimento Umanista!


Il Movimento è nato negli anni '60 in Argentina a partire da gruppi di studio coordinati da Mario Rodriguez Cobos (Silo), pensatore e scrittore argentino. In seguito il Movimento si è diffuso su tutto il pianeta ed è ora presente in più di 100 paesi del mondo.
Il movimento umanista è un movimento puro, che abbraccia ogni aspetto possibile del dell'umano agire, un movimento coi piedi ben piantati a terra e la testa che guarda lontano, ma soprattutto un movimento che non conosce frontiere. Gli obiettivi sono chiari e sintetizzabili nella definizione stessa che gli umanisti danno di loro stessi: "Il Movimento Umanista è un'organizzazione umana formata da persone che si trovano d'accordo sul fatto di mettere l'essere umano come valore centrale e si oppongono ad ogni forma di discriminazione e di violenza.", ma per un'informazione completa bisognerebbe leggere il "manifesto umanista" disponibile qui.
Si muovono a grandi passi, agiscono con coerenza e metodo, in primis organizzando stretto legame non solo gli uni con gli altri, ma anche tra il gruppo umanista e la popolazione della zona in cui il gruppo opera, attraverso una attiva partecipazione alla vita politica locale e la comunicazione delle proprie iniziative ed attività, sia via web, sia tramite giornalini distribuiti localmente.
Si tratta per lo più di gruppi di grande coesione, che si riuniscono settimanalmente.

Le campagne attualmente promosse dal movimento sono: "Stop Malaria", "Campagna permanete per la nonviolenza" e "Contro il ponte sullo stretto", ma aderiscono anche a campagne "affini" come "un click per disarmarli" ad esempio.

Importantissima la loro rete "reciprocità" che prevede non solo di fornire "reciproco aiuto" dai ed ai cittadini in vari servizi, tra cui consulenze legali e corsi di lingue o di informatica, ma che si spinge fino al volontariato puro ed anche alla creazione di corsi di volontariato (come avviene nella sezione napoletana).
Il tutto con un occhio di riguardo verso la situazione africana, nell'ottica che si soccorre quello che se la sta passando peggio.

Infine il fronte dell'attività si sposta sulla politica, in italia trova ancora delle forti resistenze, e una grande difficoltà nella partenza ma in altri stati il partito umanista è già una realtà.

Un movimento di grandi speranze, dotato di un'ideologia nuova, pulita, incorrotta.Solo il tempo potrà dirci dove questo movimento potrà arrivare.

Pubblicato il 22/12/2005 alle 0.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web