Blog: http://mistaisulblog.ilcannocchiale.it

Il dogma natalizio

"A natale siamo tutti più buoni".
La summa delle ipocrisie mondiali, spacciata per verità.
Presuppone che :
1° Esista "buoni", e per contrapposizione "non-buoni" quindi "cattivi".
Come se esistessero il Bene e il Male.
2° presuppone che esista il natale e che questo significhi qualcosa di mistico.
E invece è un giorno come gli altri.
3°che il comportamento di fondo sia "buoni" e che a natale diventi "più buoni".
Mentre tutti sappiamo che così non è, che di guerre nel mondo ce ne sono 24 il 15 dicembre e ce ne saranno 24 il giorno di natale.
Sappiamo che i potenti stupreranno le nazioni esattamente come e più che negli altri giorni dell'anno (dico di più perchè ne approfitteranno per rinforzare il condizionamento ideologico e le varie reti clientelari).
4° che esista un "tutti" e che sia legato al natale.
Quindi chi non rispetta questa "regola" non entra nel "tutti", nel "noi" cui si fa riferimento, quindi rientra in un "loro" che non ha pari dignità del "noi", che quindi sono "diversi", di un'altra "razza" meno umani, "sacrificabili" insomma "persone di serie B"
5° che esista in virtù del 4° punto un'umanità di serie A e una "inesistente/inconsistente/insignificante" di serie B, che il bambino non conosce, ma che in tal modo identificherà quando si troverà a scoprirla, essendo così portato a far finta di non vederla.

E mentre tutti guardano le lucine nessuno bada ai vermi tra le radici dell'abete...

Pubblicato il 24/12/2005 alle 23.50 nella rubrica Cultura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web